CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
La pagina web del network GazzaNet
La polemica 24 Mar 2017

Sito del network GazzaNet offre ‘lavoro’ gratuito, Fnsi: «Inaccettabile, Rcs e Gazzetta lo rimuovano»

Fantamagazine.com cerca collaboratori disposti a lavorare gratis. E ancora più sconcertante è il fatto che al sito si acceda dalla piattaforma GazzaNet, di proprietà del Gruppo Rcs. «L’auspicio – protesta la Fnsi – è che Rcs e La Gazzetta dello Sport, in ragione della loro riconosciuta serietà, lo rimuovano».

Fantamagazine.com cerca fantacollaboratori, ovvero collaboratori che lavorino gratis al “portale d’informazione sul fantacalcio e fiore all’occhiello del marchio Gruppo Esperti, che si è ormai imposto sul panorama nazionale del settore come uno, se non il più, dei più completi ed esaustivi prodotti editoriale di taglio fantacalcistico”, si legge online. Il testo è inequivocabile: “A meno di accordi futuri, ogni forma di collaborazione è da intendersi a titolo gratuito”, si spiega.

«A parte il fatto che anche un periodo di prova non può essere gratis, viene spontaneo domandarsi se un annuncio di lavoro gratuito possa essere pubblicato su un sito, sia pure indipendente, al quale però si accede attraverso la piattaforma GazzaNet, di proprietà del Gruppo Rcs», osserva la Fnsi.

Lascia inoltre perplessi leggere sulla home page dello stesso sito che Fantamagazine.com “contribuisce alla audience de La Gazzetta dello Sport”. «La necessità di procurarsi nuovi utenti e facili contatti – conclude il sindacato dei giornalisti – non può giustificare il risalto dato a sedicenti portali di informazione che calpestano le regole del lavoro e la dignità dei lavoratori. L’auspicio è che Rcs e La Gazzetta dello Sport, in ragione della loro storia e della loro riconosciuta serietà, rimuovano dalla piattaforma GazzaNet il sito Fantamagazine.com».

@fnsisocial

Articoli correlati