CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Lo striscione 'Libertà per Patrick Zaki' nella sede della Fnsi a inizio 2020
Appelli 05 Feb 2021

Zaki, la famiglia dello studente: «Date a Patrick la cittadinanza italiana»

L'appello, promosso con una petizione online, rilanciato attraverso l'Ansa dalla sorella Marise. Un «provvedimento del genere farebbe la differenza», commenta il portavoce di Amnesty International Italia, Riccardo Noury.

"Cittadinanza italiana per Patrick George Zaki". È l'appello che la famiglia dello studente egiziano dell'Università di Bologna detenuto al Cairo lancia alle istituzioni italiane a quasi un anno dall'arresto di Patrick. «La raccolta di firme online lanciata per chiederlo è davvero un'ottima iniziativa ma spero non resti solo una petizione, spero che accada presto. La famiglia si unisce a questo appello», dice la sorella di Zaki, Marise, in un'intervista esclusiva concessa all'Ansa grazie alla rete di attivisti "Patrick Libero". Un appello rivolto in particolare anche al nuovo governo che sta nascendo in Italia.

«Evidentemente un provvedimento del genere farebbe la differenza dell'impegno del governo italiano nei confronti di quello egiziano», commenta Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia. «Le parole che la sorella Marise ha rilasciato all'Ansa – aggiunge – sono drammatiche e testimoniano quanto sia urgente assumere iniziative per il rilascio di Patrick proprio mentre sta per entrare nel secondo anno di detenzione».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più