CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Barbara Franchin e Sara Gama (Foto: @carlomuscatello)
Associazioni 03 Nov 2021

Trieste, San Giusto d'oro 2021 a Barbara Franchin e targa speciale a Sara Gama

Lo ha deciso l'Assostampa Fvg, che organizza il premio - nato nel 1967 su iniziativa del Gruppo Giuliano Cronisti e giunto alla 55ª edizione - con la collaborazione del Comune. La cerimonia di consegna si terrà nelle prossime settimane, come da tradizione, nell'aula del Municipio.

Il San Giusto d'oro 2021 va a Barbara Franchin, la targa speciale a Sara Gama. Lo ha deciso l'Assostampa Fvg, articolazione territoriale della Fnsi, che organizza il premio - nato nel 1967 su iniziativa del Gruppo Giuliano Cronisti e giunto alla 55ª edizione - con la collaborazione del Comune di Trieste e il sostegno della Fondazione CrTrieste.

«Quello a Barbara Franchin, fondatrice e presidente di Its Arcademy, è un premio alla passione, al talento e all’imprenditorialità femminile. Da oltre vent’anni Trieste è conosciuta nel mondo della moda internazionale grazie all’intuizione di creare una piattaforma e un premio per giovani creativi. Da apprezzare poi la sua determinazione nel non lasciare la città dove l’idea è nata. Una realtà di successo, in continua crescita», spiega Carlo Muscatello, presidente dell'Assostampa Fvg.

«La targa a Sara Gama – aggiunge – premia invece una giovane donna (madre triestina, padre congolese) che ha saputo unire il talento sportivo all’impegno contro le disuguaglianze e per l’affermazione dei diritti, non solo delle donne. Non abbiamo dimenticato la sua lettura dell’articolo 3 della Costituzione e le sue parole sui diritti quando è stata premiata dal presidente Mattarella con le sue compagne della nazionale dopo i mondiali di Francia. Un esempio per i giovani e per tutti».

Per Muscatello, «in un momento storico segnato dalla pandemia, che ha colpito tutti ma forse soprattutto le donne, ulteriormente gravate di lavoro domestico, questo doppio riconoscimento al femminile ha ancor più valore: è infatti un omaggio alla creatività e alla lungimirante determinazione, nonché alla capacità di abitare con dignità e successo territori tradizionalmente maschili come il calcio. Ma è anche un contributo per restituire visibilità alle donne, maggioranza della popolazione, ma sottorappresentate in ogni settore. Non ci può essere ripresa, è stato detto al recente G20 di Roma, se ci dimentichiamo della metà del mondo».

La cerimonia di consegna del premio e della targa si terrà nelle prossime settimane, come da tradizione, nell’aula del Municipio triestino.

@fnsisocial

Articoli correlati