CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
La conduttrice di 'Storie Italiane', Eleonora Daniele (Foto: @storie_italiane)
Minacce 13 Gen 2021

Roma, due arresti per l'aggressione alla troupe di 'Storie Italiane'. La Fnsi al fianco dei colleghi

Ai domiciliari noti ultras della Lazio. Erano nel gruppo che il 20 dicembre 2020 ha 'affrontato' a Ponte Milvio giornalista e operatore della trasmissione Rai condotta da Eleonora Daniele impegnati a realizzare un servizio sugli assembramenti. «Siamo a disposizione per l'eventuale costituzione di parte civile», anticipa il sindacato.

Polizia di Stato di Roma e Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale hanno dato esecuzione alla misura cautelare degli arresti domiciliari emessa nei confronti di due noti esponenti della tifoseria ultras della Lazio. La misura è stata emessa al termine di una articolata attività investigativa, coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma e condotta dalla Digos della Questura di Roma e dai Carabinieri della Compagnia Roma Trionfale, a seguito dell'aggressione a danno di una troupe della trasmissione Rai 'Storie Italiane' avvenuta il 20 dicembre 2020 a piazza di Ponte Milvio, dove si trovava per effettuare alcune riprese ed interviste nell'ambito di un servizio sugli assembramenti.

Notati da un gruppo di persone, giornalista e operatore sono stati violentemente aggrediti. Per la violenza delle percosse ricevute, al cameraman sono stati diagnosticati 15 giorni di prognosi. Le successive indagini hanno consentito di identificare due dei partecipanti alle violenze. Sulla base delle risultanze investigative acquisite, la Gip Mara Mattioli ha disposto nei loro confronti la misura degli arresti domiciliari.

«Ringraziamo l'Osservatorio cronisti minacciati e le forze dell'ordine che sono riuscite a individuare i presunti aggressori. Finalmente iniziano ad arrivare le sanzioni per chi molesta il diritto di cronaca. Lo abbiamo detto e lo ribadiamo: non può esserci alcuna confusione tra l'esprimere critiche, anche pesanti, all'operato dei giornalisti, e il commettere reati nei loro confronti»,  commenta la Federazione nazionale della Stampa italiana.

«Abbiamo comunicato a Eleonora Daniele e alla sua redazione – aggiunge il sindacato – che siamo e saremo a loro disposizione per l'eventuale costituzione di parte civile. Allo stesso modo la Fnsi, che sarà oggi ricevuta dal Comitato per le intimidazioni ai giornalisti della commissione Antimafia, chiederà che si proceda all'audizione di quanti sono stati testimoni e vittime dell'aggressione squadrista e antisemita che si è consumata sul web ai danni della scrittrice Lia Tagliacozzo».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più