CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Minacce 02 Mag 2013

Bruciata la casa del corrispondente de La Nuova Sardegna Siddi: totale solidarietà e dura condanna del vile gesto

E' stata incendiata la casa di campagna di Emidio Muroni, di 71 anni, di Bonorva, insegnante in pensione e giornalista pubblicista. Da decine di anni corrispondente della Nuova Sardegna, e i carabinieri della Compagnia di Bonorva, che indagano sul fatto, non escludono che l'atto possa esser messo in relazione proprio alla sua attività pubblicistica.

E' stata incendiata la casa di campagna di Emidio Muroni, di 71 anni, di Bonorva, insegnante in pensione e giornalista pubblicista. Da decine di anni corrispondente della Nuova Sardegna, e i carabinieri della Compagnia di Bonorva, che indagano sul fatto, non escludono che l'atto possa esser messo in relazione proprio alla sua attività pubblicistica.

Muroni ha seguito vari fatti di cronaca avvenuti nella zona e ora gli inquirenti indagano anche su questi per avere elementi utili. Ad accorgersi di quanto accaduto lo stesso Muroni che ha quantificato i danni in circa 90 mila euro, tutti gli arredi dell'abitazione sono stati infatti distrutti. (SASSARI, 2 MAGGIO - ANSA)

ATTENTATO A GIORNALISTA IN SARDEGNA: SIDDI, TOTALE SOLIDARIETÀ FNSI A COLLEGA E DURA CONDANNA VILE GESTO

“Suscita grande sconcerto e preoccupazione la notizia dell’attentato incendiario che ha mandato distrutta la casa di campagna di Bonorva (Sassari) di Emidio Muroni, collaboratore locale del quotidiano “La Nuova Sardegna”. L’ipotesi che questo atto, vile e grave, sia stato compiuto da gruppi malavitosi come atto di intimidazione per la sua attività di cronista locale, è inquietante ed è condannata con fermezza da tutti i giornalisti della Federazione Nazionale della Stampa Italiana.
Muroni, pubblicista, 71 anni, con la sua attività di cronista radicato nella sua terra e nella sua comunità altro non è che un reporter leale testimone dei fatti: un operatore della conoscenza, in questo modo della legalità e della civile convivenza, al servizio della collettività, senza altre aggettivazioni. Che qualcuno abbia individuato in lui e nelle sue cose costruite con la fatica di una vita un bersaglio, è circostanza particolarmente dolorosa e grave. Muroni fa questo lavoro solo per passione, con scrupolo, come una vera e propria missione sociale e culturale. A lui - colpito proprio alla vigilia della Giornata mondiale della sicurezza per la libertà dei media e dei giornalisti - la solidarietà piena e un grande abbraccio di tutta la Fnsi, nell’auspicio che gli organi investigativi possano presto fare piena luce sull’accaduto e assicurare alla giustizia i responsabili.”

ATTENTATO CONTRO GIORNALISTA,SOLIDARIETA' PROVINCIA SASSARI

"Avendo appreso dagli organi di informazione dell'attentato di cui è stato vittima il giornalista Emidio Muroni, desidero manifestare all'interessato, ai familiari e alla comunità locale la solidarietà mia personale, dell'Amministrazione che presiedo e di tutta la collettività provinciale". Lo ha detto il presidente della Provincia di Sassari, Alessandra Giudici, in merito all'incendio che ha danneggiato la casa di campagna del corrispondente della Nuova Sardegna. "In attesa che il lavoro degli inquirenti consenta di individuare i responsabili di un gesto tanto vigliacco quanto violento e di capire le cause di un atto che in alcun caso potrà essere giustificato - ha aggiunto Giudici - la Provincia condanna severamente il comportamento di chi, con simili intimidazioni, si colloca al di fuori di una comunità abituata al rispetto delle regole del vivere civile e della legalità. Auspico che i fatti appena accaduti non rappresentino un attentato alla libertà dell'informazione e del diritto di critica che il cronista Emidio Muroni, nella sua lunghissima esperienza, ha sempre esercitato in maniera corretta e rispettosa". (SASSARI, 2 MAGGIO - ANSA)

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più