CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Il segretario Sga, Ezio Cerasi, con il segretario generale della Fnsi, Raffaele Lorusso
Minacce 25 Feb 2021

Abruzzo, minacce via social a Giancarlo Falconi e Alfredo Giovannozzi. La solidarietà di Fnsi e Sga

I giornalisti finiti nel mirino per aver dato conto degli scontri tra alcuni manifestanti e le forze dell'ordine durante le proteste contro il passaggio alla Lega del sindaco di Giulianova, Jwan Costantini. Il sindacato: «Sempre al fianco di chi con correttezza professionale riporta le cronache degli eventi».

Una testimonianza "troppo" efficace, "troppo" vera, con immagini "troppo" ravvicinate di una protesta di piazza non piace a chi, come troppo spesso accade, vorrebbe la cronaca piegata al proprio punto di vista e non alla realtà dei fatti. E, cosa ancora più grave, non si limita ad esercitare un sempre legittimo diritto di critica, ma insulta, dileggia e, addirittura, minaccia.

È quanto sta accadendo ai giornalisti Alfredo Giovannozzi e Giancarlo Falconi dopo il servizio realizzato sabato scorso a Giulianova (Teramo) in occasione della manifestazione contro il passaggio del sindaco Jwan Costantini alla Lega.

Giancarlo Falconi è riuscito ad effettuare una ripresa che dava conto, in prima linea, degli scontri tra alcuni manifestanti e le forze dell'ordine, riprese che sono state trasmesse nei programmi informativi dell'emittente televisiva Vera Tv e pubblicate su canali social.

Sono state le forze dell'ordine ad avvisare i colleghi delle minacce, anche gravi, che circolano in rete nei loro confronti.

La Federazione nazionale della Stampa italiana e il Sindacato Giornalisti Abruzzesi esprimono «solidarietà e vicinanza» ad Alfredo Giovannozzi e Giancarlo Falconi, ribadendo che saranno «sempre al fianco di chi con correttezza professionale riporta le cronache degli eventi» che si verificano sui territori.

«Siamo certi – sottolineano Fnsi e Sga – che i colleghi continueranno a lavorare con professionalità, senza piegarsi agli interessi di parte e soprattutto rispondendo con forza e dignità alle offese e alle minacce di chi, evidentemente, non ha a cuore i valori della democrazia».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più