CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
L'inchiesta di Fanpage 'Bloody Money'
Minacce 25 Feb 2021

Minacce a Fanpage per gli sviluppi dell'inchiesta 'Bloody Money', Fnsi e Sugc: «Al fianco dei colleghi»

Dalle intercettazioni è emerso che il reggente del clan del Vomero, a Napoli, ha più volte augurato la morte dei cronisti. Il sindacato: «Porteremo il caso all'attenzione del Centro di coordinamento per la sicurezza dei giornalisti del Viminale e in commissione Antimafia».

«Inchieste come Bloody Money sono importantissime per farci capire che la professione giornalistica è un valore importante per la comunità. Lo dimostrano i risultati dell'inchiesta giudiziaria sullo smaltimento illegale di fanghi e rifiuti che ne è seguita e le inquietanti minacce che emergono dalle carte. Nelle intercettazioni il reggente del clan Cimmino del Vomero si augura più volte la morte dei cronisti di Fanpage». Così, in una nota congiunta, Federazione nazionale della Stampa italiana e Sindacato unitario giornalisti della Campania, che esprimono «solidarietà ai colleghi del giornale online, con i quali si sono schierati fin dal primo momento, e saranno al loro fianco in tutte le sedi».

Fnsi e Sugc, prosegue il sindacato, «chiedono alle autorità competenti di effettuare tutte le verifiche necessarie per la garanzia e la tutela della sicurezza dei cronisti. Per tale motivo interesseremo del caso il Centro di coordinamento per la sicurezza dei giornalisti presso il ministero dell'Interno e il Comitato appositamente istituito presso la commissione Antimafia».

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più