CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
La notizia pubblicata in home page su estremeconseguenze.it
Libertà di informazione 14 Nov 2019

EstremeConseguenze, il tribunale di Verona dissequestra l'intervista. Fnsi e Sgv: «Vince la libertà di stampa»

«Con la decisione del giudice che ha accolto le nostre tesi difensive viene così stabilita, una volta ancora, la totale equiparazione tra testate giornalistiche online e cartacee che quindi godono appieno dell'articolo 21 della Costituzione», commenta William Beccaro, direttore di EC.

Vince la libertà di stampa, invocata da Federazione nazionale della Stampa italiana e Sindacato giornalisti Veneto, da subito al fianco dei colleghi di EstremeConseguenze.it, testata online di giornalismo d'inchiesta.

Il tribunale di Verona ha infatti accolto il ricorso e ha disposto la ripubblicazione nella home page del sito dell'intervista al neofascista ex Ordine nuovo, Vincenzo Vinciguerra, dal titolo 'Ecco perché Fiore e Adinolfi difendono l'ex Nar', a firma di Cristina Fanelli.

L'articolo era stato sequestrato lo scorso 19 ottobre su disposizione del gip scaligero, a seguito di una denuncia per diffamazione presentata da Silvia Signorelli, figlia di Paolo, esponente della destra radicale condannato per associazione eversiva e banda armata, morto nel 2010.

«Con la decisione del giudice che ha accolto le nostre tesi difensive – commenta William Beccaro, direttore di EstremeConseguenze.it – viene così stabilita, una volta ancora, la totale equiparazione tra testate giornalistiche online e cartacee che quindi godono appieno dell'articolo 21 della Costituzione che stabilisce che la stampa non possa essere soggetta ad alcuna censura o autorizzazione, fatti salvi i casi specifici previsti per legge».

L'intervista sequestrata è ora di nuovo online all'indirizzo https://estremeconseguenze.it.

@fnsisocial

Articoli correlati