CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Il giornalista Gianni Mura (Foto: ansa.it)
Lutto 21 Mar 2020

È morto Gianni Mura, storica firma di Repubblica. Il cordoglio della Fnsi

Persona ironica, libera, popolare e non populista, che amava la Costituzione e detestava bavagli e censure. Ha raccontato lo sport, e non solo, senza mai concedere nulla alla retorica e all'omologazione del pensiero e del linguaggio. Aveva 74 anni.

«Ci ha lasciato Gianni Mura, persona ironica, libera, popolare e non populista, che amava la Costituzione e detestava bavagli e censure. Ha raccontato lo sport, e non solo, senza mai concedere nulla alla retorica e all'omologazione del pensiero e del linguaggio». La Federazione nazionale della Stampa ricorda così il giornalista, storica firma di Repubblica, morto sabato 21 marzo all'età di 74 anni all'ospedale di Senigallia, vicino Ancona, per un improvviso attacco cardiaco.

Nato a Milano nel 1945, all'impegno nel giornalismo ha affiancato quello di scrittore, pubblicando, tra i tanti libri, il romanzo "Giallo su giallo", vincitore nel 2007 del Premio Grinzane, ambientato durante lo svolgimento del Tour de France.

Memorabili le sue cronache di ciclismo e calcio; cronista stimato; lo ricordano rappresentanti del mondo sportivo e della categoria, ma anche delle istituzioni. Ai familiari, agli amici e ai colleghi le condoglianze della Fnsi.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più