CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Lavoro autonomo 22 Giu 2015

Marche, ecco Fiscogiornalisti: il portale fiscale dedicato ai lavoratori autonomi apre anche alle altre regioni

www.fiscogiornalisti.it, il portale fiscale dedicato ai giornalisti lavoratori autonomi, commissionato in regime di convenzione dal Sigim (Sindacato giornalisti marchigiani) a ScG (Studio commerciale Giacobelli) e realizzato da InfoNet, apre la sua rete alle altre Associazioni regionali di stampa interessate a condividerne contenuti e servizi. Lo riporta un comunicato stampa congiunto firmato dalle parti e diffuso oggi dal Sigim e dal Sindacato giornalisti del Veneto.

www.fiscogiornalisti.it, il portale fiscale dedicato ai giornalisti lavoratori autonomi, commissionato in regime di convenzione dal Sigim (Sindacato giornalisti marchigiani) a ScG (Studio commerciale Giacobelli) e realizzato da InfoNet, apre la sua rete alle altre Associazioni regionali di stampa interessate a condividerne contenuti e servizi. Lo riporta un comunicato stampa congiunto firmato dalle parti e diffuso oggi dal Sigim e dal Sindacato giornalisti del Veneto.

Presentato il 18 aprile ad Ancona nel corso dell’assemblea annuale dei soci Sigim alla presenza del Segretario Generale della FNSI, Raffaele Lorusso, www.fiscogiornalisti.itsi propone di consentire ai giornalisti lavoratori autonomi l’ottimizzazione dei propri costi di gestione amministrativa e fiscale con l’assistenza in remoto di una struttura specializzata.
Al portale fiscale potranno accedere tutti i giornalisti delle Ars che aderiranno alla piattaforma in convenzione. La prima è il Sigiorve (Sindacato giornalisti del Veneto) che lunedì 29 giugno a Venezia, nella sede del sindacato, sottoscriverà l’accordo con Sigim e Scg consentendo l’immediata fruibilità di www.fiscogiornalisti.it ai propri associati.
All’interno del Portale, sono state disegnate nove aree, corrispondenti a tutte le forme di lavoro autonomo tuttora previste dalla legge, ovvero Partita Iva semplificata, Partita Iva dei minimi, Partita Iva di vantaggio, Collaborazione coordinata e continuativa, Collaborazione accessoria, Studio professionale associato, Associazione in partecipazione, Diritto d’autore, Diritto d’autore Under 35.
Per ciascuna di queste forme di lavoro www.fiscogiornalisti.it ha previsto Faq di orientamento gratuite, standard contrattuali in formato word adattabili alle esigenze individuali e, ove richiesto, un intuitivo sistema di contabilità a tariffe ultra agevolate per gestire fatture o note di pagamento, ma anche archiviare documenti di spesa, con il controllo remoto di una struttura dedicata. La Convenzione prevede la gratuità delle prestazioni contabili per i soggetti Iva con compensi fino a 10.000 euro annui e proporzionali risparmi per ciascuna fascia di reddito.
Ogni giornalista che aderirà al regime di contabilità avrà sempre a disposizione una propria area riservata tipizzata in base al proprio inquadramento fiscale e godrà di tariffe standard annualmente predefinite (a titolo esemplificativo GUARDA IL TARIFFARIO OGGI VIGENTE). A garanzia della regolarità fiscale e del prodotto, tutte le documentazioni e gli scambi documentali tra  giornalista e Portale saranno elettronicamente tracciati.
“Nella crisi devastante del lavoro giornalistico ci sono elementi di sistema e di contesto sui quali il sindacato non sempre può incidere. Ma ci sono anche aree di intervento nelle quali agire è possibile e dipende solo dalle scelte che il sindacato fa. www.fiscogiornalisti.it è una risposta concreta alle esigenze delle fasce meno protette della categoria”, dichiara Giovanni Rossi, segretario regionale del Sigim.
“Da anni il nostro Studio ha affiancato i giornalisti nella soluzione delle problematiche fiscali e di inquadramento. Il web ci consente oggi di proporre questa esperienza senza vincoli territoriali”, considera Gianni Giacobelli, partner del sindacato anche in questa iniziativa in rete.
“In Italia – dati Sole 24 Ore – il Fisco cambia quattro volte al giorno. Per i giornalisti lavoratori autonomi, già alle prese con una quotidianità estremamente complessa e pesanti carichi di lavoro, è fondamentale poter ottimizzare tempi e costi della propria gestione amministrativa partecipando a una rete di sostegno e garanzia di matrice sindacale. Per questo il Sigiorve ha scelto di aderire al progetto, nell’ambito di quella condivisione di risorse e buone pratiche sindacali che da sempre fa parte del suo patrimonio identitario”, dichiara Massimo Zennaro, segretario regionale del Sigiorve.
Maggiori informazioni sul sito del Sigim.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più