CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Lavoro autonomo 12 Lug 2013

Giovanni Rossi: manifestazione di concretezza e volontà Ora si prosegua sul territorio e si sensibilizzino le Istituzioni

“Una manifestazione di concretezza e di volontà di affrontare le difficili e complesse problematiche del lavoro autonomo, precario ed atipico nel settore giornalistico. Gli Stati generali del lavoro autonomo della FNSI, che si sono svolti a Roma l'11 e 12 luglio, hanno costituito l’occasione per fare il punto su una situazione non tollerabile di sfruttamento dell’attività giornalistica non regolata dai contratti di lavoro. L’iniziativa voluta dalla Commissione lavoro autonomo della Federazione della stampa si inquadra nell’azione che il Sindacato unitario dei giornalisti intende proseguire ed intensificare per consolidare tutele più ampie per i lavoratori autonomi.

“Una manifestazione di concretezza e di volontà di affrontare le difficili e complesse problematiche del lavoro autonomo, precario ed atipico nel settore giornalistico. Gli Stati generali del lavoro autonomo della FNSI, che si sono svolti a Roma l'11 e 12 luglio, hanno costituito l’occasione per fare il punto su una situazione non tollerabile di sfruttamento dell’attività giornalistica non regolata dai contratti di lavoro. L’iniziativa voluta dalla Commissione lavoro autonomo della Federazione della stampa si inquadra nell’azione che il Sindacato unitario dei giornalisti intende proseguire ed intensificare per consolidare tutele più ampie per i lavoratori autonomi.

Gli Stati generali sono stati preceduti da assemblee regionali che hanno messo a fuoco la situazione locale e che hanno prodotto documenti nei quali si rivendica rappresentanza sindacale, formazione ed aggiornamento professionale e culturale, iniziative e tutela di Welfare, equo compenso, applicazione della Carta di Firenze a carattere deontologico, revisione delle leggi di sistema, riforma ed aggiornamento dell’Ordine professionale ed altri temi ancora. Ora il lavoro prosegue nei territori, a livello regionale, anche per ottenere nelle singole realtà, oltre che, ovviamente, a livello nazionale, la necessaria attenzione delle istituzioni pubbliche che non possono essere distratte rispetto alle problematiche sollevate dall’assemblea di Roma”.

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più