CERCA
Cerca nelle notizie
Dal
Al
Cerca nel sito
Lavoro autonomo 20 Ott 2015

Friuli Venezia Giulia, la Regione sostiene i liberi professionisti

La Regione Friuli Venezia Giulia interviene con due regolamenti, di prossima pubblicazione, a sostegno dei liberi professionisti iscritti a ordini e collegi (e non solo). Stanziati per il 2015 380mila euro. Testi integrali dei regolamenti e modulistica per la presentazione della domanda di contributo saranno disponibili a breve sul portale della Regione FVG.

La Regione Friuli Venezia Giulia interviene con due regolamenti, di prossima pubblicazione, a sostegno dei liberi professionisti iscritti a ordini e collegi (e non solo). Stanziati per il 2015 380mila euro. Testi integrali dei regolamenti e modulistica per la presentazione della domanda di contributo saranno disponibili a breve sul portale della Regione FVG.

La Giunta regionale del Friuli Venezia Giulia, su proposta dell'assessore al Lavoro Loredana Panariti (in foto), ha approvato due regolamenti aventi a oggetto lo svolgimento delle professioni e soprattutto l'avvio di nuove attività tanto in forma individuale che associata e societaria.
"Le professioni - si legge in una nota - rappresentano un settore economico con un indotto significativo e un volume di lavoro rilevante sia dal punto di vista quantitativo che qualitativo per l'importante apporto intellettuale che lo contraddistingue. Con queste linee contributive, l'Amministrazione regionale interviene nell'emergenza occupazionale sia con azioni rivolte al lavoro dipendente sia sostenendo le attività libero-professionali".
L'Amministrazione regionale interviene dunque a supporto dei professionisti e promuovendo azioni di contrasto alla disoccupazione, soprattutto giovanile, presente in misura maggiore tra soggetti a elevata scolarizzazione, mediante la concessione di contributi per chi intende iniziare un percorso lavorativo nella libera professione in forma individuale, associata o societaria.
La Regione mette a disposizione per l'anno in corso 380mila euro "al fine di sostenere, nei primi tre anni di attività professionale, i prestatori di attività ordinistiche e non ordinistiche che iniziano un'attività professionale individuale e l'avvio di forme associate e societarie. I due Regolamenti - prosegue la nota - ampliano la rosa delle spese ammissibili elevano la percentuale contributiva al 50 per cento delle spese ammesse e ridefiniscono il limite minimo e massimo di contributo che va da 1.500 a 20.000 euro".
Gli interventi contributivi sono rivolti a professionisti regolarmente iscritti a ordini e collegi e a professionisti non ordinistici iscritti a un'associazione inserita nel Registro regionale delle associazioni dei prestatori di attività professionali non ordinistiche o a un'associazione inserita nell'Elenco delle associazioni professionali che rilasciano l'attestato di qualità, pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico (MiSE).
Tra i beneficiari dell'intervento "sono state inserite, inoltre, le Società tra Professionisti (StP), costituite in base alla legge di stabilità del 2012 e regolarmente iscritte al Registro delle imprese e presso l'ordine o il collegio professionale di appartenenza. I testi integrali dei regolamenti e la modulistica per la presentazione della domanda di contributo - conclude il comunicato della Giunta regionale - saranno disponibili sul portale della Regione FVG".

@fnsisocial

Articoli correlati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalita illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Leggi di più